Guida agli aromi per dolci: quali sono i migliori?

Aromi per dolci, ideali per stupire gli ospiti con dolci personalizzati, dall’esotico al mediterraneo. Ne esistono per tutti i gusti, li hai mai provati nelle tue ricette?

Il Carnevale bussa alle porte e con lui le strade si riempiono di coriandoli, stelle filanti e di bambini mascherati dai propri eroi preferiti. Carnevale significa anche tanti dolci e tanto zucchero a velo che sembra neve. Carnevale significa estrosità e perché non rendere i tipici dolci carnevaleschi più saporiti con i nostri aromi per dolci?

Dolci, salati, aspri, fruttati, agrodolci, speziati, dal sapore più intenso o più tenue, i nostri aromi per dolci possono rendere prelibato qualsiasi dolce. Donano profumo e sapore alle vostre creazioni e sono anche molto semplici da usare.

Cosa sono gli aromi alimentari?

Gli aromi sono delle sostanze usate per insaporire e profumare gli alimenti. Esempi di aromi sono: le spezie come la cannella, la noce moscata, il pepe, erbe come il timo, l’erba cipollina, il rosmarino. Fra gli aromi più diffusi per la preparazione di dolci, troviamo sicuramente quelli al sapore di vaniglia, usato in particolare per la realizzazione della saporita crema Chantilly.

Categorie degli aromi da cucina: naturali o artificiali

Distinguiamo tre famiglie di aromi:

  • Aromi naturali: estratti da alcune materie prime vegetali o animali. Esistendo allo stato naturale, possono essere sottoposti ad una serie di trasformazioni (estrazione, concentrazione, distillazione, torrefazione, fermentazione o reazione enzimatica).
    in questo modo si avranno aromi naturali con almeno il 90% dell’elemento originale.
  • Gli aromi non naturali-identici: sono naturali e composti dalle stesse molecole degli aromi naturali, ma sono ottenuti per sintesi chimica.
  • Aromi artificiali: sono sostanze aromatizzanti che non esistono in natura ma sono ottenute mediante sintesi chimica.

Aromi per dolci: le nostre proposte

Vi proponiamo un breve elenco degli aromi, dal gusto fresco, fine ed armonioso, che durante la cottura vi faranno venire l’acquolina in bocca.

Aroma Rhum: utilizzato in pasticceria per un’altissima gamma di dolci. Ideale soprattutto per la preparazione del babà, o profumare ed insaporire creme e torte.

Aroma Panettone: per ricreare il sapore del Natale nelle tue preparazioni anche durante il resto dell’anno.

Aroma Mandorla Amara: impiegato per la preparazione di molte delizie, ideale in particolare per la creazione della torta alle carote, dei pancakes, o pasticcini alle mandorle.

Aroma Limone: impiegato in particolare per la realizzazione di torte alla frutta, alla crema, alla ricotta ed anche soufflé

Aroma Fior d’Arancio: indicato per la realizzazione di torte alla frutta, biscotti, e in particolare nella pasticceria napoletana

Aroma Anetolo: altamente diffuso in natura negli oli essenziali, che conferisce il sapore di anetolo, anice e finocchio. Impiegato in particolare nella realizzazione di bevande alcoliche, in pasticceria, nella stagionatura dei cibi.

Nelle tue ricette quali aromi hai provato? Quali preferisci e quali non torneresti ad usare perchè non hanno soddisfatto i tuoi gusti? Mostraci le tue creazioni e raccontaci la tua “esperienza aromatica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *